I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

ENGIM Internazionale (Formazione, Cooperazione, Sviluppo)

"Fare il bene e farlo bene" (San Leonardo Murialdo)

PROGETTO PER LA SICUREZZA ALIMENTARE DEI BAMBINI DI LUNSAR

TITOLO

 Progetto per la sicurezza alimentare dei bambini di Lunsar

SETTORE

 

BUDGET

 50.000 euro

RUOLO

 Ente realizzatore

PARTNER LOCALE

 Missione Saint Joseph Fathers

ENTE FINANZIATORE

 

CONTRIBUTO CONCESSO

 

 

INIZIO ATTIVITÀ

 

DURATA

 3 anni

DESCRIZIONE

 
Obiettivi generali del progetto

L’obiettivo generale della proposta è di contribuire al miglioramento della nutrizione infantile nell'area di Lunsar e, più specificamente, di realizzare un allevamento pilota di galline ovaiole e di polli da carne, creando le condizioni perché esso venga mantenuto e gestito in modo produttivo, permanente e autonomo al termine dell’intervento.

 

Sintesi del progetto

Il progetto prevede la costruzione di un allevamento avicolo pilota nella scuola superiore politecnica gestita a Lunsar dall’ENGIM internazionale ong con la Missione Cattolica Saint Joseph Fathers. Tale allevamento, finalizzato alla produzione effettiva e costante di prodotti di origine animale per l'alimentazione (uova da galline ovaiole e carne da broiler), avrà la funzione di azienda didattica per gli studenti della scuola che scelgono il curriculum agrozootecnico.

            All'allevamento pilota, negli spazi di proprietà della scuola, sarà associato un mangimificio pilota che utilizzerà prevalentemente materie prime locali per la formulazione di mangimi bilanciati per l'alimentazione delle ovaiole e dei polli da carne (o broiler) nelle varie fasi dello sviluppo. Il mangime è disponibile a livello commerciale, ma se si investe per produrlo in loco si aiuta l’economia locale con l’acquisto di materie prime e si riducono i costi del mangime, primo tra tutti il trasporto.

            L'assistenza tecnica e sanitaria e la formazione saranno garantite da varie figure professionali che per tutta la durata del progetto o per brevi periodi saranno coinvolte nella realizzazione delle attività:

  • un veterinario italiano responsabile per le attività di formazione del paraveterinario e degli insegnanti locali;
  • un amministratore locale incaricato della gestione e della rendicontazione in loco del progetto;
  • un insegnante qualificato della scuola che possa garantire la formazione di base degli studenti nel settore zootecnico;
  • un paraveterinario locale che garantisca l'accesso al farmaco e il monitoraggio sanitario dell'allevamento pilota, incluse le attività di prevenzione delle malattie.

                        I prodotti di origine animale ottenuti saranno destinati

ü       in parte alla distribuzione diretta, volta al miglioramento delle condizioni nutrizionali dei bambini, ed

ü       in parte alla vendita sul mercato locale, generando utili da impiegare:

  • nell’acquisto di altri alimenti per la lotta alla malnutrizione infantile e
  • nell’assistenza alle famiglie dei bambini malnutriti e
  • nella sensibilizzazione delle madri su una corretta igiene e alimentazione bilanciata del bambino nella fascia d'età 0-5 anni (in cui si registra una mortalità molto elevata).

                        La creazione di un allevamento pilota e delle infrastrutture e servizi accessori (mangimificio, accesso al farmaco e alla formazione sull’allevamento avicolo e sulla sanità animale) permetterà anche la formazione diretta delle donne beneficiarie di altri progetti di sviluppo esistenti in loco (microcredito per la costruzione e l'avviamento di pollai da circa 100 capi) e consentirà loro di accedere a servizi (formazione e consulenza) e ad infrastrutture al momento assenti, in particolare farmaci e mangime che sono al momento acquistabili solo in capitale, Freetown, con spese considerevoli di trasporto.

                        L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie  (IZSVe) fornirà consulenza sanitaria e assistenza per la formazione su igiene degli alimenti di origine animale e garantirà l'assistenza sanitaria in genere.

                        L'Istituto Tecnico della Missione St. Joseph Fathers, oltre a beneficiare dell’azienda didattica per la formazione degli studenti (e futuri operatori del settore), garantirà la forza lavoro necessaria per le operazioni ordinarie di conduzione dell’allevamento, offrendo così agli studenti la possibilità di fare esperienza pratica.

                        L'ONG locale Engim avrà un ruolo organizzativo e coordinerà la selezione e l'assistenza nutrizionale ai bambini malnutriti beneficiari (240) del progetto e organizzerà attività di sensibilizzazione delle madri verso una alimentazione bilanciata e il corretto uso dell'acqua nella preparazione degli alimenti.

           Il progetto, una volta avviato l'allevamento e iniziate la produzione e la vendita di prodotti di origine animale, consentirà la creazione di risorse fondamentali per garantire la sostenibilità economica delle strutture a favore dei bambini malnutriti e la formazione costante del personale ad esse necessario.

 

Per contribuire al progetto

Per contribuire concretamente a realizzare questo progetto basta fare una donazione,deducibile fiscalmente in quanto ENGIM è ONG ai sensi dell’art. 28 della l. 49/87 ed ONLUS di diritto ai sensi dell’art. 10 comma 8 della l. 460/97, con un bonifico avente i seguenti elementi:

 

Codice IBAN: IT78E 05696 03217 00000 3166 X92

Banca di riferimento: Banca Popolare di Sondrio – agenzia Roma 17

Causale bonifico: Progetto allevamento avicolo Sierra Leone

Beneficiario bonifico: ENGIM ong-onlus

 

 

powered by
Socialbar