I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

ENGIM Internazionale (Formazione, Cooperazione, Sviluppo)

"Fare il bene e farlo bene" (San Leonardo Murialdo)

CENTRO SOCIAL MURIALDO: UNA CASA PER I GIOVANI DI FORTALEZA


ImageSostenere e potenziare le attività del “Centro Social Murialdo”, che da alcuni anni opera nel quartiere del Grande Jangurussu, nella periferia meridionale di Fortaleza (capitale del Cearà), in Brasile. Questo l’obiettivo dell’ultimo progetto avviato dall’ENGIM internazionale nel Paese latino americano.
 

La finalità dell’intervento è di togliere dal rischio della strada bambini, adolescenti e giovani della città; favorirne la promozione umana e una migliore integrazione nel tessuto sociale cittadino. Con il supporto della CEI, la Conferenza Episcopale Italiana, sono già stati ristrtturati due edifici per le attività ricreative e formative, sarà predisposta un’area per le attività sportive, crata una biblioteca polivalente ed un laboratorio di informatica.


Nonostante il Brasile conosca da anni alti ritmi di crescita economica, e sia divenuto la nona potenza nel ranking mondiale, il Paese è attraversato da molte contraddizioni e gravissimi problemi socio economici.
Recenti stime di tre prestigiose università brasiliane hanno rilevato che lo 0,01 della popolazione brasiliana (corrispondente a cinquemila famiglie) detiene il 46 per cento del Prodotto Interno Lordo, mentre Il 33 per cento dei brasiliani (circa 56 milioni di persone) vive sotto la soglia di povertà, e fra questi 25 milioni di bambini e adolescenti.
 

Proporre reali alternative alla strada, mettendo a disposizione dei giovani attività formative, culturali e ricreative, è, quindi, la chiave per la riduzione della povertà e per offrire loro speranze e futuro, quelle prospettive che, al momento il Brasile, non sembra in grado di offrire alla sua popolazione. Nononstante, ancora oggi, il Paese sia una delle principali destinazioni degli aiuti economici internazionali, il “gigante” latino americano, negli ultimi anni, ha incrementato le donazioni ai Paesi più poveri del mondo (specie nell’area caraibica e nel continente africano), divenendo in poco tempo uno dei principali donatori del mondo. Dal 2008, ha calcolato l’Economist, il Brasile ha triplicato gli aiuti destinati ai Paesi poveri, superando nel 2010, i quattro miliardi di dollari, lasciando, però, irrisolti molti squilibri e problemi socio economici interni, particolarmente forti proprio nel nord est del Paese e nello stato del Cearà. 

Nel progetto realizzato dall’ENGIM, particolare attenzione sarà posta nell’alfabetizzazione informatica ed amministrativa (previsti sei corsi l’anno sia per gli adolescenti che per gli adulti), al fine di favorire l’inserimento dei giovani in un mercato del lavoro moderno e per sostenere lo sviluppo economico della zona. Nell’intervento educativo saranno coinvolte anche le famiglie dei ragazzi che frequentano il Centro Social Murialdo e gli animatori, per i quali sono previsti specifici programmi di aggiornamento.
powered by
Socialbar