"Fare il bene e farlo bene"

(San Leonardo Murialdo)

RAFFORZAMENTO DELLE CAPACITÀ EDUCATIVE

TITOLO

RAFFORZAMENTO DELLE CAPACITÀ EDUCATIVE E FORMATIVE DELLE SCUOLE TECNICHE DI KISSY E LUNSAR E SOSTEGNO ALL'OCCUPAZIONE DEI GIOVANI DIPLOMATI IN SIERRA LEONE

Budget 2.114.044 euro
Ruolo Capofila in progetto consortile con Labor Mundi e AVCIC
Partner Locale

Caritas Diocesana di Makeni – Catholic Mission St. Joseph Fathers

Ente Finanziatore MAE
Contributo concesso 1.420.142,00 Euro
Inizio Attività 1/11/2004
Durata

3 anni

Descrizione

L'obiettivo del progetto è di Contribuire alla ricostruzione, alla ripresa socio-economica e al processo di pace in atto nel Paese, utilizzando le potenzialità di giovani professionalmente qualificati, ed in particolare migliorare le capacità educative e formative delle tre scuole di Kissy e Lunsar, gestite dai Padri Giuseppini del Murialdo, e favorire l'occupazione nelle aree d'intervento.

A tale scopo saranno organizzati corsi di formazione e aggiornamento per gli insegnanti delle tre scuole, ristrutturati edifici scolastici danneggiati, avviati nuovi laboratori dotati di nuove attrezzature e sussidi didattici. Sarà, infine, favorito il lavoro in proprio tramite la creazione di piccole imprese.

I beneficiari diretti sono in primo luogo gli oltre 80 docenti dei tre Istituti scolastici di Kissy e Lunsar, che potranno approfondire la loro preparazione pedagogico-didattica attraverso adeguati corsi di aggiornamento; in secondo luogo i 1.500 alunni che avranno la possibilità di migliorare il livello della propria istruzione e formazione con gli strumenti, spesso innovativi, messi a disposizione dal progetto; in terzo luogo gli ex allievi delle scuole professionali, che avranno l'opportunità di inserirsi nel mondo del lavoro (lavoro dipendente, in proprio, in un gruppo societario) mettendo a frutto le competenze tecniche acquisite dopo il percorso formativo scolastico.

Altri beneficiari diretti sono gli agricoltori e artigiani locali che vorranno aderire alle iniziative di microimprenditorialità (cooperative, piccole imprese artigiane) promosse dal progetto, tenendo conto anche delle esperienze maturate in questi anni dai Padri Giuseppini nel settore delle attività di sviluppo. Le donne, sia in ambito artigianale che rurale, che tendono facilmente ad aggregarsi in forme associative per meglio tutelarsi da ogni forma di discriminazione nei loro confronti e per migliorare e potenziare le loro capacità produttive. Ed infine centinaia di contadini adulti e giovani ex combattenti, spesso analfabeti, che potranno acquisire le conoscenze di base della lingua inglese orale e scritta, apprendere un mestiere ed essere avviati al mondo del lavoro.

Beneficiari indiretti sono anche 2000 bambini di nove scuole elementari del distretto di Port Loko, che avranno a disposizione ambienti adeguati e più dignitosi dove poter esercitare il loro diritto allo studio, e la popolazione del territorio di Kissy e Lunsar che potrà migliorare le proprie condizioni di vita attraverso lo sviluppo economico dell'area del progetto.

Oltre all'aggiornamento degli insegnanti e alla formazione degli allievi, saranno ristrutturati i locali delle scuole, realizzati nuovi laboratori di chimica, fisica, biologia, meccanica ed elettromeccanica, falegnameria, agricoltura, analisi delle acque e dei suoli. Ogni laboratorio sarà provvisto degli adeguati equipaggiamenti e dei sussidi didattici.

Sarà poi realizzato un Centro comunitario a Newton, realizzato per l'accoglienza e l'addestramento pratico in attività produttive rurali di giovani “a rischio” (in particolare ex combattenti), e due sportelli “Informagiovani”, uno a Kissy e uno a Lunsar, per servizi di assistenza e consulenza.
powered by
Socialbar
Italian English French German Portuguese Russian Spanish